facebookprofile logo

GUIDA

TURISTICA


facebook
whatsapp
phone
tripadvisor

Pompei Diana Tour
Guida Turistica Pompei


facebook
whatsapp
phone
tripadvisor
_mg_8980.jpeg

Pompei Experience

C.F./iva 10010851219 |  Email : info@pompeidianatour.com   |   Tel +39 3498148105

Pompei Diana Tour

Guida Turistica

ci scusiamo per il 

disagio

WORK IN PROGRESS

 

La nostra forza PREZZI VANTAGGIOSI senaza dover rinunciare a qualità e professionalità.

I GIOIELLI CHE NON TRAMONTANO MAI

03/12/2021 18:39

Vari

I GIOIELLI CHE NON TRAMONTANO MAI

Fin dall'antichita' le donne amavano indossare gioielli una moda mai tramontata    Ciò che sappiamo con certezza è che nell'Antica Pompei ed Ercolano

 

 

Fin dall'antichita' le donne amavano indossare gioielli una moda mai tramontata

 

 

 

Ciò che sappiamo con certezza è che nell'Antica Pompei ed Ercolano i gioielli erano spesso, come i vestiti, un segno dello status sociale di appartenenza.
Spesso erano gli uomini a regalare questi gioielli alle donne, proprio come accade oggi: dalla pregevolezza del regalo si poteva facilmente intuire non solo la classe sociale di appartenenza dell'uomo ma anche l'intensità del suo sentimento.
Nell’ antichita' le donne amavano riempirsi di gioielli, soprattutto oro e pietre preziose da capo a piedi.
Il gusto dei romani in fatto di gioielleria era infatti propenso a creare scenografici contrasti ed appariscenti giochi cromatici attraverso la mescolanza di oro puro e pietre preziose, ma anche le più raffinate perle avevano le loro estimatrici.
Troviamo anelli, fibbie, diademi e pietre preziose per i capelli, bracciali, collane, cavigliere.
Erano soprattutto gli orecchini ad entusiasmare maggiormente le signore romane.

Gli orecchini più comuni erano il modello a spicchio, sbalzato negli esemplari più elaborati, mentre i più costosi erano quelli a grappolo o a canestro, incastonati con perle e smeraldi,  molto comuni erano i crotalia, pendenti doppi con una o più perle alle estremità, che tintinnavano ad ogni passo.
Altro gioiello immancabile era l’anello. Anche chi non poteva permettersi grandi lussi non se ne privava. Se gli uomini portavano dei grossi anelli con pietre intagliate per formare un sigillo, le mogli preferivano fogge più sottili e delicate. Era uso portare anelli su tutte le dita, nei casi più estremi un anello per ogni giuntura del dito.

La scoperta dei corpi di oltre 300 abitanti dell’antica Ercolano sulla spiaggia della città ha consentito il recupero di un eccezionale numero di gioielli che erano in molti casi indossati dalle matrone o conservati in sacchetti o cassette,  appartenuti agli antichi ercolanesi,  ritrovati con gli abitanti nel tentativo di porli in salvo dalla imminente catastrofe dell’eruzione nel 79 dopo Cristo, altri ritrovati nelle dimore dell’antica città.
 L’oro insieme all’argento erano i metalli preziosi più utilizzati nei gioielli delle classi sociali dominanti d’epoca romana. Sono state ricuperate alcune lunghe collane in oro, bracciali ed armille in oro, tra cui due coppie lavorate con testa di serpente, cammei, anelli con gemme in onice, agata e corniola incisi con immagini di divinità, personaggi mitologici, oggetti simbolici.

Gioielli che ancor oggi indoserebbe qualiasi donna moderna.

img_1851.jpegimg_1854.jpegimg_1852.jpegimg_1855.jpegimg_1857.jpegimg_1856.jpeg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder